consulenza aziendale online esperto risponde online
studio contabile roma studio contabile roma

Notifica degli atti di accertamento: il DL n 3 proroga i termini al 2022

20 Gen 2021
consulenza aziendale

Mini sospensione delle cartelle di pagamento e proroga della data di notifica degli atti di accertamento, irrogazione sanzioni ecc. al 31 gennaio 2022

Il DL n 3 del 15 gennaio 2021 pubblicato in G.U. n 11 dello stesso giorno reca modifiche alla disciplina degli atti di accertamento e in particolare:

all’art 157 del DL 34/2020 convertito con modificazioni sono apportate modifiche secondo le quali

  • gli atti di accertamento,
  • di contestazione,
  • di irrogazione delle sanzioni,
  • di recupero dei crediti di imposta,
  • di liquidazione e di rettifica e liquidazione,

per i quali i termini di decadenza, calcolati senza tener conto del periodo di sospensione di cui all'articolo 67, comma 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, scadono tra l'8 marzo 2020 ed il 31 dicembre 2020, sono emessi entro il 31 dicembre 2020 e notificati nel periodo compreso tra il 1° febbraio 2021 e il 31 gennaio 2022 (prima potevano essere notificati nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2021).

Resta pertanto stabilito che l’emissione dell’atto deve essere avvenuta entro il 31 dicembre 2020 ma la possibile data di notifica viene spostata al 2022.

Il DL n 3 ha anche previsto una mini sospensione delle cartelle di pagamento prevedendo che:

  1. i termini di pagamento delle cartelle esattoriali sono sospesi dall'8 marzo al 31 gennaio 2021, e devono essere effettuati entro il 28 febbraio 2021 (in realtà 1° marzo, perché il 28 febbraio è domenica)
  2. le notifiche delle cartelle potranno essere effettuate dal 1° febbraio.

Viene inoltre rinviato di un mese il termine per i versamenti e gli adempimenti relativi all’imposta sui servizi digitali (web tax), ossia:

  • slitta dal 16 febbraio al 16 marzo 2021 il termine per il versamento
  • slitta dal 31 marzo 2021 al 30 aprile 2021 il termine per la presentazione della relativa dichiarazione

Infine il decreto precisa che restano validi:

  • gli atti e i provvedimenti adottati
  • nochè gli adempimenti svolti

dall'agente della riscossione nel periodo dal 1 gennaio 2021 alla data di entrata in vigore del decreto ossia il 15 gennaio 2021 e sono fatti salvi gli effetti prodottisi e i rapporti giuridici sorti sulla base degli stessi.



Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutte le novità del settore. Selezionando gli ambiti di maggior interesse potrai ricevere informazioni dettagliate e puntuali, altrimenti selezionali tutti riceverai la nostra newsletter per tutti gli argomenti.

Iscrivendomi al servizio dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e acconsentire al trattamento dei dati.


studio contabile roma